Come può utilizzare Google+ un’Azienda

Share Buttons

Come può utilizzare Google+ un'Azienda

Infografica guida per le PMI

Ho realizzato e pubblico questa infografica per aiutare le PMI a capire come può utilizzare Google+ un'Azienda per migliorare la comunicazione online e farsi trovare sul web. Le aziende hanno la possibilità di pubblicare contenuti e renderli fruibili nelle ricerche effettuate ogni giorno da milioni di persone, con qualsiasi strumento digitale.

PUOI CLICCARE SULL'IMMAGINE E SCARICARLA SUL TUO PC!!!
come può utilizzare google+ un'azienda, google plus,

Questi sono solo degli spunti per farti capire che Google+ presenta diverse opzioni, anche facili da usare, utili per crearsi una propria immagine sul web e, soprattutto, per dare la giusta vetrina all'attività commerciale svolta.

Voglio ricordarti che sto realizzando un Corso di base che spiega come utilizzare i servizi offerti da Google My Business. Un insieme di azioni da realizzare a vantaggio di una migliore visibilità aziendale nei risultati delle ricerche.

Sapere come può utilizzare Google+ un'Azienda che insieme a Google Maps aiuta molto nelle ricerche locali, quelle effettuate giornalmente da mobile per trovare hotel, ristoranti, negozi, fioristi, artigiani, industrie piccole e grandi e tante altre tipologie di attività commerciali, rappresenta una formazione necessaria per le PMI che aiuta a farsi riconoscere in internet e ottenere buoni risultati.

NON TRASCURARE QUESTO ASPETTO!!!

Grazie della tua cortese attenzione. A presto, ciao.

PS: Nei prossimi giorni pubblicherò un importante report che riguarda Google+, un potente mezzo di comunicazione che devi conoscere. Iscriviti per essere informata/o quando sarà disponibile: CLICCA QUI.

Share Buttons

Link Sponsorizzati

Come creare un sito web gratis

Share Buttons

Come creare un sito web gratis

Una risorsa utile per le PMI che vogliono essere presenti in internet

Come creare un sito web gratis? Con Google Sites. In questo video tutorial spiego in maniera semplice e comprensibile da chiunque, anche coloro che non hanno nessuna idea di come si possa realizzare un sito o una pagina web senza l'aiuto di un webmaster, d'altra parte io non sono mica un esperto, eppure ho fatto tutto questo da solo!

come creare un sito web gratis,

Da imprenditore a imprenditore: parliamoci chiaro, la cosa migliore è rivolgersi a un'agenzia specializzata o un web designer per strutturare un sito web in maniera professionale.

Ma, in tempi di crisi, è bene sapere che ci sono risorse web che ti consentono di essere presente in internet e realizzare un minimo di comunicazione aziendale che sia utile a farsi trovare dagli utenti online, i quali effettuano le loro ricerche quasi esclusivamente su Google, sia per trovare un'azienda tramite il suo nominativo e sia tramite la categoria di appartenenza, ad esempio: abbigliamento donna a Cesena, hotel a Bari, pizzeria a Cosenza, e via discorrendo.

video tutorial, social media marketing, pmi,

Ci tengo a sottolineare questo aspetto, ogni Azienda deve tenere in considerazione che per farsi trovare da chi ti cerca bisogna curare la propria immagine pensando a come utilizzare e gestire la presenza in internet.

Non vi è dubbio che la prima cosa da fare è quella di avere un sito, un blog o anche una semplice pagina web e, per aumentare le probabilità di essere visti e scelti, bisogna essere presenti in modo oculato sui social network: Google+, Facebook, Twitter, Linkedin, Pinterest, Instagram, in base alle proprie esigenze.

Di tutti questi il primo in assoluto da curare è lo spazio che offre Google My Business, servizi molto potenti ed efficaci che hanno la loro forza nell'azione sinergica tra Google, Google+ e Google Maps.

Proprio per questo sto preparando un Corso di base per aiutare le PMI a gestire la loro comunicazione aziendale autonomamente.

Ecco perchè ho voluto realizzare un video tutorial per far vedere come creare un sito web gratis utilizzando la piattaforma Google Sites che fa parte del pianeta di Big G, il colosso di Mountain View, la città degli USA dove ha sede Google.

Guarda ora il video tutorial: come creare un sito web gratis.

Scarica gratis l’EBOOK: 7 Errori che le aziende non devono commettere su Google. Sarai inserita/o automaticamente alla lista d’attesa per ricevere gli aggiornamenti del Corso di base su Google My Business. Inserisci la tua email sotto e invia.

La tua email (richiesto)

Informativa sulla Privacy
Acconsento al trattamento dei dati.
(I suoi dati non saranno divulgati.)
NB: per inviare bisogna avere la spunta nella casella.

NB: Su questo link potrai vedere altri approfondimenti sull'argomento e i trucchi per usare Google Sites proposti da Maria Silvana Radice: clicca qui.

Grazie della cortese attenzione.

Aggiungi un tuo commento e, se ti è piaciuto l’articolo, condividi con gli amici che ritieni siano interessati all’argomento.

Share Buttons

Ci sono opportunità di marketing gratuite su Google: usale!

Share Buttons

Ci sono opportunità di marketing gratuite su Google: usale!

Per le PMI Google è il partner ideale delle strategie di web marketing

Quando si pensa al web e a tutto quello che riguarda le ricerche, nove volte su dieci le persone diranno: "Google". Ma Google non è solo il motore di ricerca più usato e potente del mondo, si tratta di una società che la maggior parte di noi tocca tutti i giorni. Dal sistema operativo Android che molti utilizzano per accedere ai telefoni e al browser web Chrome che usiamo per navigare sul web, allla posta elettronica con Gmail, YouTube, Google è ovunque, anche come un verbo nel dizionario inglese.

google,

Per un business Google rappresenta un’enorme varietà e opportunità di web marketing che le PMI devono prendere in seria considerazione, come il programma Pay-Per-Click AdWords e AdSense per promuoversi nella Rete Display.

Ma, mentre questi strumenti sono a pagamento, ci sono anche notevoli opportunità offerte gratuitamente per comunicare online e promuovere prodotti e servizi.

Ecco un breve elenco di risorse:

  • Google My Business è un ottimo strumento da utilizzare per qualsiasi azienda ed è assolutamente gratuito. Tramite questi servizi le aziende possono promuovere il proprio business. Infatti consente di aggiungere precise e dettagliate descrizioni di un’attività commerciale: indirizzo, descrizione, posizione sulla mappa, orari d'ufficio, foto, questo è di grande aiuto per il rank nei risultati delle ricerche di Google (SERP) e Google Maps. Consente di condividere le notizie tramite la sua rete sociale Google Plus e rispondere alle recensioni dei clienti. Inoltre è fruibile da mobile.Tutto gratis!
  • Google Sites invece è la piattaforma messa a disposizione per creare un sito gratis. Offre diverse funzionalità e strumenti per la personalizzazione. Un’Attività che non vuole spendere soldi nella creazione di un sito web può avvalersi di questa risorsa per essere presente in internet e offrire un servizio di informazione ai suoi clienti. Oltre ai testi è possibile inserire fotografie, implementare virtual tour e video, insomma l’azienda ha la possibilità di comunicare online. (Per questo servizio stiamo preparando un breve video tutorial con il quale sarà facile costruire un sito anche per chi non ha mai capito nulla di pagine web).
  • Quando si tratta di affari la reputazione è tutto sul web. Una recensione negativa può trasformarsi in un incubo enorme. Il web è molto grande, ma se il monitoraggio in tutto il mondo è impossibile anche per le aziende di grandi dimensioni, con Google Alert, il tuo monitoraggio diventa semplice. Ecco la guida di supporto di Google Alert per configurare il proprio account con il nome della società e altre parole chiave pertinenti collegate al marchio o settore. È possibile impostare la frequenza con cui vedere questi avvisi. Sapere che c'è un problema può aiutare a controllare un business e, si spera, di affrontare bene il problema.
  • Google Analytics è abbastanza noto, ma è molto sorprendente la quantità di siti web che ancora non lo utilizzano. Lo strumento offre a ogni azienda una grande quantità di informazioni sull’attività del sito web e, soprattutto, aiuta a comprendere cosa funziona e cosa non funziona.
  • Google Trend. Ogni anno si effettuano miliardi di ricerche sul web, con questo servizio Google consente di esplorare le tendenze in svariati settori e paesi di tutto il mondo, così si possono utilizzare i dati per orientarsi e studiare delle campagne mirate secondo le esigenze di qualsiasi Azienda e del mercato di riferimento.

Google è un punto fermo per chi vuole fare web marketing e continuerà ad essere così per i prossimi anni. Bisogna approfittare degli strumenti che offre. Queste risorse web possono aiutare a far crescere qualsiasi business.

Per le PMI stiamo realizzando il Corso di base: conoscere e utilizzare i servizi offerti da Google My Business.

Intanto scarica gratis l’EBOOK: 7 Errori che le aziende non devono commettere su Google. Sarai inserita/o automaticamente alla lista d’attesa per ricevere gli aggiornamenti in merito ed essere informata/o quando sarà disponibile. Inserisci la tua email sotto e invia.

La tua email (richiesto)

Informativa sulla Privacy
Acconsento al trattamento dei dati.
(I suoi dati non saranno divulgati.)
NB: per inviare bisogna avere la spunta nella casella.

Share Buttons

Grazie della cortese attenzione.

Aggiungi un tuo commento e, se ti è piaciuto l’articolo, condividi con gli amici che ritieni siano interessati all’argomento.

7 Errori che le Aziende non devono commettere su Google

Share Buttons

7 errori che le Aziende non devono commettere su Google

eBook gratuito per le PMI che vogliono comunicare online autonomamente

7 errori che le aziende non devono commettere su Google è il primo di una serie di eBook che renderemo disponibili per le Aziende italiane che vogliono realizzare la loro comunicazione online, quindi migliorare la loro presenza e la visibilità nelle ricerche su Google, Google+ e Google Maps.

eBook: 7 Errori che le Aziende non devono commettere su Google

Abbiamo voluto creare questo eBook perchè crediamo sia utile, soprattutto per chi non ha nessuna nozione sulle risorse che mette a disposizione Google My Business, a evitare questi 7 errori che le aziende non devono commettere su Google.

Negli ultimi tempi molti hanno trascurato un fattore importante in internet: le ricerche di aziende, prodotti e servizi si fanno prevalentemente su Google!

Questa può sembrare un'affermazione banale, ma vediamo quotidianamente sul web che c'è una corsa nel realizzare la pagina facebook aziendale e il profilo twitter, trascurando che gli utenti quando hanno necessità di acquisire informazioni su un hotel, un ristorante, un marchio, qualsiasi categoria commerciale, che si tratti di prodotti o servizi, effettuano le loro ricerche su Google.

Non tener conto di questa realtà è un grosso sbaglio per qualsiasi Azienda!

Siamo convinti che aiutare i proprietari e i gestori di attività commerciali nella conoscenza e nell'utilizzo delle risorse presenti in internet, sia un passaggio necessario per facilitare il loro approccio con questo nuovo modo di promuovere i loro prodotti e servizi, oltretutto molto conveniente ed efficace per aumentare le possibilità di acquisire nuovi clienti.

NON PERDERE TEMPO!
SCARICA SUBITO L'eBOOK GRATIS!

Inserisci il tuo indirizzo email e clicca su invia per effettuare il download.

La tua email (richiesto)

Informativa sulla Privacy
Acconsento al trattamento dei dati.
(I suoi dati non saranno divulgati.)
NB: per inviare bisogna avere la spunta nella casella.

Condividi con i tuoi amici. Ti diranno grazie per il tuo interesse nei loro confronti!

Grazie per la cortese attenzione. Sono graditi commenti e critiche.

Share Buttons

3 Suggerimenti di marketing a prova di recessione per le piccole imprese

Iscriviti alla NEWSLETTER

Prossimamente tante novità e bonus per te!!!

3 Suggerimenti di marketing a prova di recessione per le piccole imprese

Siamo ufficialmente in recessione economica: cosa significa questo per le piccole imprese?

web marketing, social media, piccole imprese,

Se hai intenzione di tagliare il tuo budget di marketing solo perché ci sono meno vendite, sbagli tutto!

Il marketing è l'elemento che può direttamente favorire la ripresa delle vendite. Tagliare il budget di marketing non aiuterà il tuo business, perché il marketing è necessario per mantenere i clienti attuali e per acquisirne nuovi.

Senza clienti, l'azienda difficilmente sopravvive!

In questo articolo voglio suggerirti tre tecniche di marketing aziendale a prova di recessione che porteranno notevoli risultati alla tua attività, senza bisogno di salassare il tuo conto in banca.

Suggerimento di marketing 1: #socialmediamarketing

social media marketing,

Lo sviluppo di internet, in particolare nel campo dei social media, ha aperto una vasta gamma di possibilità per interagire online.

Google My Business, Facebook, Twitter, Linkedin, Pinterest, YouTube, e altri ancora, sono strumenti potenti per favorire la comunicazione con l'utente web, anche se con metodi differenti. Tanta gente, con interessi diversi, utilizza queste piattaforme per condividere sia emozioni che contenuti e trascorre ore davanti al pc o da mobile per incontrare altre persone con gli stessi interessi, anche per sapere come imparare di più su un argomento specifico al quale sono interessati.

Questi siti ospitano milioni e milioni di membri. Quindi si possono evidenziare le attività commerciali, i loro prodotti e servizi, all’attenzione di queste persone inserendo contenuti utili quali possono essere: articoli, video, tutorial, ebook e altri tipi di documenti.

Per posizionarti come un esperto nel tuo settore è possibile collegarti con il mercato o la categoria di riferimento e risolvere i problemi che hanno gli utenti, magari fornendo un contenuto gratuito che aggiunge valore a quello che esponi, questo ti aiuterà nelle relazioni rendendoti un po’ speciale e favorendo l’aumento delle persone disposte a seguire la tua attività sui social media.

Suggerimento di marketing 2: gestire/creare lista contatti/clienti #emailmarketing

email marketing, contatti telefonici,

Hai le email di contatto dei clienti precedenti e attuali? Si tratta di collegamenti che possono giocare un ruolo cruciale nel mantenimento degli stessi e per migliorare le vendite future.

C'è un altro tipo di contatti che possono essere classificati in prospettiva come clienti futuri, sono le persone registrate nella tua lista dei contatti telefonici.

La raccolta di nuovi contatti può essere fatta facilmente tramite Internet. Per registrare nuovi lead (termine che indica “contatto”, in genere l’indirizzo email) si possono offrire ai visitatori del sito informazioni gratuite o, magari, degli sconti particolari se effettuano una determinata azione.

Come accennato in precedenza è possibile mantenere la posta elettronica e le informazioni di contatto dei tuoi clienti dopo che hanno acquistato prodotti o servizi, oppure scaricato una risorsa offerta gratuitamente.

A questo punto hai creato una lista direttamente interessata al tuo business con la quale potrai interagire sempre inviando periodicamente nuove proposte legate alla tua attività.

Suggerimento di marketing 3: SEO organica

seo, search engine optimization,

SEO sta per Search Engine Optimization (ottimizzazione di un sito o una pagina web nelle ricerche organiche, non a pagamento).

Il social media marketing richiede poco o nessun investimento per ottenere buoni risultati. Si dovrebbe, invece, interessare un'agenzia specializzata per eseguire queste attività di gestione e ottimizzazione del proprio sito web.

Ma se hai un budget limitato devi conoscere alcuni importanti fattori di ottimizzazione per far salire il sito o il blog nelle ricerche su Google e altri motori di ricerca in internet.

La SEO è specialmente riferita alla parola chiave che contraddistingue un argomento o un mercato di riferimento per farsi trovare da un potenziale cliente sul web, quasi esclusivamente su Google.

Sarà quindi fondamentale ottimizzare le pagine del tuo sito inserendo contenuti di vario tipo, testuali e multimediali, per indirizzare l’utente nella direzione voluta.

Ad esempio, se hai un ristorante dovrai adottare le strategie per posizionare la parola chiave “ristorante a nome località” creando magari una pagina che la contenga nell’URL, inserendo il titolo della stessa con il tag title  <h1> e ripetendola nel testo che scriverai come descrizione 4/5 volte tra l’inizio e la fine.

Una buona tecnica è quella di inserire il link al sito in tutti i social in cui è presente l’attività commerciale con un profilo: pagina Facebook, scheda Google+ e Google Maps (che è la più importante per un’Azienda), profilo Twitter, pagina aziendale su Linkedin, profilo Pinterest, oppure avere degli anchor text (parola chiave con link che puntano verso il sito).

Queste tecniche agiscono come un voto che certifica la qualità dei contenuti, i motori di ricerca riconoscono e registrano le parole chiave in base al numero di "voti" (link), più è alto questo numero, ma principalmente, più è di qualità, cioè link provenienti da siti affini per tematica, maggiori sono i benefici che si ottengono per essere ben posizionati nei risultati di ricerca organica.

Termina qui l'articolo con i 3 Suggerimenti di marketing a prova di recessione per le piccole imprese.

Se vuoi ottenere di più devi investire in campagne Pay per Click, Adwords di Google, ADS Facebook, Twitter e Linkedin. Ma questo è un altro discorso e ti suggerisco di contattare sempre un esperto del settore.

Se ti è stato utile l’articolo mettilo nei preferiti e condividilo, se hai domande da porre scrivi un commento di seguito.

Grazie per la tua cortese attenzione.

NB: Articolo redatto prendendo spunto da quanto scritto da John Barney nel suo articolo in lingua inglese: 3 Recession-Proof Marketing Techniques For Small Business Owners

Share Buttons

Iscriviti alla NEWSLETTER

Prossimamente tante novità e bonus per te!!!