Come tutelare la propria scheda aziendale su Google Maps

Come tutelare la propria scheda aziendale su Google Maps

Accorgimento necessario per difendere l’immagine e la visibilità sul web di un’attività commerciale

Ho deciso di scrivere questo articolo per segnalare un’increscioso, e dannoso!…, problema che, da qualche tempo, affligge tante attività commerciali in Italia che utilizzano i servizi Google My Business, in particolare Google Maps e Google+.

come tutelare scheda aziendale, google maps, google my business,

In pratica succede che i proprietari di hotel, ristoranti, negozi, ecc., ricevono telefonate, anche più volte in un giorno, nelle quali si chiede il pagamento di somme, anche importanti, per il mantenimento e la presenza della scheda Local su Maps.

Tali personaggi, ma anche addetti di call center, si presentano come Google  Maps e minacciano la cancellazione della relativa scheda in caso di mancato pagamento, talvolta si sfocia nelle minacce…

Preciso due punti fondamentali:

  • la scheda su Google Maps è gratuita, non bisogna pagare nessun canone;
  • la proprietà della stessa deve essere del titolare dell’Azienda.

Detto questo, cosa si può fare?

Se il titolare dell’attività commerciale non è in grado di gestire la scheda, quindi di fare un piano editoriale e pubblicare contenuti pertinenti ai suoi prodotti o servizi, articoli, fotografie, video e quant’altro utile per la promozione della propria Azienda, la gestione di queste attività sulla scheda Google+, collegata a Google Maps, può essere concordata con un’agenzia specializzata per l’uso dei social media, quindi con regolare posizione IVA, siglando un apposito contratto tra le parti dove si stabiliscono tutti i punti, dopo di ciò si entra nelle impostazioni della scheda e si da’ all’agenzia l’accesso alla medesima.

E qui arriva il punto chiave, oggetto del presente articolo.

Come tutelare la propria scheda aziendale su Google Maps

Il titolare dell’azienda deve essere l’unico proprietario della scheda su Google Maps! Quando accede ai servizi Google My Business deve inserire i propri dati e custodire bene nome utente e relativa password.

Perchè dico questo.

E’ successo e succede spesso che la scheda aziendale venga creata da terze parti e il proprietario non ne prende la gestione perchè non ha conoscenza di questi strumenti e demanda ad altri questa operazione: cosa sbagliata!

Nella maggior parte dei casi i dati di accesso alla scheda creata non vengono poi inviati al titolare dell’Azienda, il legittimo proprietario della scheda, intanto la stessa si rende visibile sul web e magari raggiunge una buona posizione nelle ricerche su Google.

Poniamo il caso, frequente, che il titolare dell’Azienda voglia gestire in proprio la sua scheda e i contenuti su Google+, a questo punto possono succedere due cose:

  • chiede i dati di accesso alla persona o agenzia che li detiene e questi, giustamente provvedono a inviare nome utente e password;
  • non riceve nulla perchè o sono stati smarriti, o, ancora peggio, non glieli vogliono dare se non dietro compenso, giusto o sbagliato che sia, altrimenti chiudono la scheda facendo perdere tutto il ranking, le recensioni e il posizionamento. Sicuramente un bel danno d’immagine!

Purtroppo quest’ultimo caso è molto frequente, a mio avviso è un mal costume di certa gente che non è assolutamente professionale, proprio nelle settimane scorse è capitato a due miei clienti, i quali non hanno potuto disporre e decidere di una loro proprietà!

Quindi, alla domanda: come tutelare la propria scheda aziendale su Google Maps?  Il mio suggerimento è creare e/o prendere la gestione, se già esistente, da parte del titolare dell’attività commerciale per cui si genera la scheda su Google Maps e Google+, così nessuno potrà mai negare l’accesso e/o compromettere l’immagine dell’Azienda.

Come dicevo prima si può autorizzare un’agenzia a produrre e pubblicare contenuti tramite un regolare contratto in cui si stabiliscono patti e condizioni.

Per fare questo basta andare dal menù a discesa sulla sinistra sulla voce impostazioni, nella pagina successiva sul menù che appare in alto sulla voce gestori e dopo sul bottone a destra aggiungi gestori e si inseriscono i dati dell’agenzia o persona scelta.

A questo punto avrete la certezza che nessuno può appropriarsi dello spazio web dedicato alla vostra vostra attività commerciale tramite i servizi Google My Business.

Ma voglio dare un altro importante suggerimento per la scheda Google Maps

Per migliorare la visibilità della propria Azienda in internet e aumentare la possibilità di essere ben visti nelle ricerche su Google, Google+ e Google Maps consiglio di contattare un Fotografo Certificato Google, clicca qui per vedere tutta la lista, una figura professionale indipendente. autorizzato a realizzare i servizi fotografici, panoramiche per il virtual tour degli ambienti e foto dei maggiori punti di interesse che si implementano nella scheda rendendola più attrattiva e performante.

Il fotografo certificato non è dipendente di Google, ma ha acquisito l’autorizzazione secondo la procedura, è sempre disponibile e cordiale e sa come realizzare al meglio i servizi fotografici, molto convenienti ed efficaci per una moderna comunicazione aziendale che aiuta ad acquisire nuovi potenziali clienti in internet.

Spero di essere stato utile in qualche modo a chiarire questo importante aspetto, grazie per la cortese attenzione. Se lo ritieni opportuno, condividi l’articolo.

rinaldo-panucci-2

Rinaldo Panucci

Fotografo Certificato Google

Una risposta a “Come tutelare la propria scheda aziendale su Google Maps”

Lascia un commento