Come promuovere un’attività su internet

Ho deciso di scrivere questo post perchè noto che molte attività commerciali non utilizzano internet in maniera efficace o non lo utilizzano affatto.

Mi riferisco soprattutto alle piccole e medie imprese che ancora non sono presenti in alcun modo nel web, precisamente non hanno provveduto a realizzare un sito, un blog, una pagina Google+, una pagina Facebook, giusto per citare alcuni esempi utili su come promuovere un’attività su internet.

google business photos, fotografo certificato google,Mentre ci sono tante aziende che non provvedono a un aggiornamento costante delle pagine del sito o del blog, soprattutto in relazione al fatto che oggi la presenza su internet deve tenere conto della crescita esponenziale del traffico sui dispositivi mobili: Tablet, iPhone, Android, ecc., questo è un errore molto grave perchè nei prossimi mesi le ricerche effettuate su mobile supereranno quelle effettuate su desktop o pc fisso, con una perdita consistente dei visitatori che rimangono sulle pagine del proprio spazio internet.

A tal proposito suggerisco di aggiornare il layout del sito o del blog utilizzando il Responsive Web Design, cioè l’apertura dei contenuti a griglia, in base allo strumento utilizzato, per disporre testi, foto, video, mappe, ecc. in modo da essere visibili in tutti i formati.

Ma di questo parlerò in altri post prossimamente, oggi voglio soffermarmi su un aspetto che non viene tenuto in considerazione da quasi tutte le attività commerciali italiane, uno strumento molto potente che rafforza l’immagine di una qualsiasi azienda, piccola o grande che sia, e consente di visualizzare gratuitamente la propria attività con qualsiasi dispositivo.

Ecco come promuovere un’attività in internet

Semplicemente utilizzando o creando una scheda su Google Maps!

Si. Proprio così. Probabilmente la tua attività ha già la scheda presente su Google Maps, generata secondo automatismi che non sto qui a ripetere, ma che quasi nessuno ha provveduto a gestire e verificare seguendo facili procedure alla portata di tutti.

E se la scheda non c’è, nessuna paura, basta creare un proprio account Google e procedere alla registrazione della propria attività commerciale su Google Maps.

In entrambi i casi si inseriscono i dati relativi a :

  • nome dell’attività;
  • indirizzo esatto e correzione puntatore sulla mappa;
  • informazioni di contatto: telefono, sito, email;
  • categoria;
  • orari di apertura;
  • descrizione attività;
  • inserimento foto attività.

Tutto questo gratuitamente!

In pratica è come avere un mini sito molto efficace, perchè consente ai potenziali clienti di trovare facilmente un’attività, cosa molto importante: geolocalizzata!!!

Insisto su questo aspetto, avere la scheda Google Maps aggiornata e verificata porta il grande beneficio di localizzare con precisione l’attività, quando l’utente cerca in una determinata zona una categoria merceologica, ad esempio: ristorante a Rieti, appaiono i risultati locali. Se la scheda è in ordine, chi la apre vedrà tutte le notizie corrette e può procedere a contattare direttamente il negozio, ristorante, hotel, locale pubblico, parrucchiere, concessionario auto, ecc..

Tutto questo assume maggiore rilevanza quando si utilizza un telefono mobile, un tablet o altro dispositivo anch’esso geolocalizzato, in questo caso viene rilevata la sua posizione e basta digitare una categoria che subito appaiono i risultati della zona dove si è in quel preciso istante.

Quindi si capisce la validità e l’efficacia di una scheda attività ben curata su Google Maps, ripeto, una risorsa assolutamente gratuita.

Google Business Photos

Ma c’è un modo per migliorare in termini di comunicazione aziendale online l’aspetto della scheda: il progetto Google Business Photos.

Un’importante innovazione tecnologica che consente, grazie alla fotografia, di arricchire la scheda su Google Maps con il virtual tour, collegato a Street View quando è possibile, una serie di fotografie panoramiche a 360°, unite tra loro, che danno la possibilità all’utente di visualizzare in anteprima i locali, passeggiando al loro interno virtualmente stando seduti comodamente a casa, o dall’ufficio, o fuori con il tablet e il telefonino.

Di seguito un esempio di virtual tour caricato:

Visualizzazione ingrandita della mappa

NB: Questo servizio è a pagamento. Bisogna contattare un Fotografo Certificato Google della zona di appartenenza, una figura autorizzata da Google a poter effettuare questi particolari rilievi fotografici e a caricarli sulla scheda.

In questo caso la stessa assume un aspetto più importante, comunica un’immagine aziendale al passo con i tempi, da’ maggiore autorevolezza al proprio brand ed è uno stimolo in più per l’utente che, attratto da queste immagini particolari, entra nell’attività e la visita sia per curiosità che con attenzione per conoscere i luoghi e decidere di contattare direttamente il gestore della stessa.

Ecco come si presenta una scheda completa e come appare nelle ricerche su Google:

Il virtual tour si può inserire nelle pagine del sito, del blog e anche sulla propria pagina Facebook, a tal proposito ecco un link che fa vedere come integrare il virtual tour Google Business Photos nel proprio sito e in Facebook.

Appare chiaro che l’impatto visivo è decisamente accattivante e immediatamente visibile agli occhi dell’utente che non ha nessuna difficoltà a cliccare per approfondire i motivi della sua ricerca.

Suggerisco la visione di questo breve video promo su Google Business Photos in Italia, con le testimonianze di alcuni operatori commerciali sulla loro esperienza.

Spero di essere stato chiaro sui motivi che mi hanno spinto a pubblicare questo articolo e nell’esposizione del tema su come promuovere un’attività su internet.

Naturalmente per chi volesse utilizzare internet come forma di acquisizione contatti e nuovi potenziali clienti suggerisco anche le opportunità legate al webmarketing: campagne pay per click, email-marketing, social marketing e altro ancora contattando esperti di settore, ovviamente a pagamento.

"Fotografo Cerrtificato Google a Cosenza"
Rinaldo Panucci
Fotografo Certificato Google per Cosenza.

 

 

Suggerimenti per la scheda attività su Google Maps 2

Come anticipato nel precedente articolo Suggerimenti per la scheda attività su Google Maps, oggi tratto il secondo punto delle due sezioni, che ricordiamo di seguito:

  1. gestione dei dati che appaiono sulla scheda;
  2. accorgimenti  per l’ottimizzazione della scheda nelle ricerche.

"Posizionare la scheda di Google Maps"

2. Accorgimenti  per l’ottimizzazione della scheda nelle ricerche

C’è da dire subito che non è possibile conoscere l’algoritmo che stabilisce come far arrivare la scheda nelle prime posizioni delle ricerche, a tal proposito inserisco il link al supporto di Google: Posizionamento delle Schede, qui si può avere un’idea di come funziona il sistema.

Detto questo, brevemente, dico come è possibile sostenere la scalata di una scheda nelle ricerche su Google Maps, in particolare indico quattro punti:

  • inserire il link alla scheda su sito e blog;
  • inserire il link alla scheda nel profilo Facebook;
  • invitare i clienti a fare recensioni;
  • integrare il “Guarda Dentro” nel sito/blog, ottenuto con GBP.

Inserire il link alla scheda su sito e blog: in genere nel footer (piè di pagina), dove sono inseriti i dati dell’azienda, la ragione sociale, creare il collegamento tramite link (anchor text) al nominativo dell’attività così come appare nella scheda Google Maps.

Inserire il link alla scheda nel profilo Facebook: se possiedi un profilo Facebook inserisci il link alla scheda, vai sul tuo diario, scegli “Aggiorna informazioni”, “Informazioni di base”, “Modifica” e inserisci l’URL intero come appare nella barra degli indirizzi del browser.

Invitare i clienti a fare recensioni: avere buone recensioni può dare un aiutino nel far salire la scheda nel posizionamento, ricorda che per poter effettuare una recensione l’utente deve avere un account “gmail”, questo perchè Google vuole avere la certezza nell’identificare chi procede in tal senso, ciò a tutela della veridicità delle stesse e, quindi, della qualità delle recensioni.

Integrare il “Guarda Dentro” nel sito/blog, ottenuto con GBP: se hai migliorato la tua scheda con il programma Google Business Photos puoi integrare il virtual tour della tua attività in una pagina del sito o in un articolo del blog. Gli utenti usano sempre di più le ricerche locali per cercare aziende e prodotti e sono attratti favorevolmente dalle schede che mostrano gli ambienti dell’attività commerciale. Questo li fa restare di più sulla pagina del sito e, di conseguenza, sulla scheda visto che il “Guarda Dentro” è collegato. Allego il link a un video che mostra come integrare il Virtual Tour della scheda Google Maps.


Ovviamente non ci sono certezze in tutto questo, sono solo segnalazioni dovute ad un minimo di esperienza nelle cosiddette tecniche SEO, quindi sono delle semplici procedure che possono aiutare a far risalire posizioni nei risultati delle ricerche.

Grazie per la cortese attenzione.

PS: Ti suggerisco di migliorare la scheda attività su Google Maps con il programma Google Business Photos perchè le ricerche locali saranno sempre più importanti nel prossimo futuro: fatti trovare pronto soprattutto da chi ti cerca!!!

 

"Fotografo Cerrtificato Google a Cosenza"Rinaldo Panucci

Fotografo Certificato Google per Cosenza e provincia

PROMOVISUAL – Fotografo a Cosenza

 

 

Suggerimenti per la scheda attività su Google Maps

Come utilizzare la scheda delle attività commerciali su Google Maps.

Come abbiamo accennato negli articoli precedenti le mappe hanno un’importanza primaria nella gestione dei contenuti in internet perchè la ricerca locale sta già rivoluzionando le strategie di ricerca.

Centinaia di milioni di persone in tutto il mondo usano Google Search, Maps, Mobile e Google per trovare e scoprire grandi e piccole imprese locali, sia nella loro città che nei luoghi dove si stanno dirigendo nei loro viaggi.

I risultati della ricerca geolocale compaiono nell’area “LocalPack”, in pratica lo spazio sulla pagina in cui sono riportati circa 7/10 risultati che corrispondono ad altrettanti punti sulla mappa. (Vedi immagine sotto)

Tutto questo è importante quando si effettua la ricerca tramite desktop, pc fisso, ma soprattutto se si utilizza il mobile, in quanto il dispositivo è geo-localizzato in tempo reale.

Questa breve premessa fa intuire la necessità di gestire al meglio la scheda su Google Maps della propria attività commerciale.

A tal proposito voglio dare alcuni suggerimenti utili che possono concorrere a dare una buona visibilità in Internet, li suddivido in due sezioni:

  1. gestione dei dati che appaiono sulla scheda;
  2. accorgimenti  per l’ottimizzazione della scheda nelle ricerche.

1. Gestione dei dati che appaiono sulla scheda

Quando si accede alla gestione della scheda su Google Maps bisogna inserire i dati anagrafici corretti riguardanti l’attività: Ragione Sociale, indirizzo, telefono.

Già questi dati consentono di localizzare l’attività ma, cosa molto importante, è opportuno controllare come è posizionato il puntatore sulla mappa e, se necessario, metterlo in corrispondenza del punto esatto dove è situata l’attività, aiutandosi passando alla visualizzazione tramite satellite.

Questa puntualizzazione è doverosa perchè l’utente deve avere le informazioni corrette per poter trovare con sicurezza l’attività cercata, inoltre, se si vuole utilizzare il programma Google Business Photos, quindi contattare un Fotografo Certificato Google autorizzato a realizzare virtual tour (sulla scheda si chiama “Guarda Dentro”) e immagini dei maggiori punti di interesse, avere la “chiocciolina” posizionata in modo corretto facilita il collegamento a Street View, producendo anche vantaggi legati alla visualizzazione nelle ricerche su Google.

Altre opzioni richieste sono rappresentate dalla descrizione che deve essere efficace, quindi contenere nella prima riga la parola chiave relativa all’attività, ad esempio: Ristorante a Roma, cucina tipica romana ecc.; le categorie, consiglio di utilizzare quelle suggerite che appaiono mentre si digita la propria; l’inserimento del link al sito; l’inserimento della propria Email; gli orari di apertura; le forme di pagamento accettate; è inoltre possibile aggiungere ulteriori dettagli come la presenza del parcheggio, i marchi trattati, o l’inserimento di foto e video.

La scheda su Google Maps è uno strumento molto potente, gratuito, che consente a qualsiasi attività commerciale di essere facilmente trovata in Internet. Sotto c’è un esempio di scheda (clicca sull’immagine per ingrandire).

Esempio di scheda hotel su Google Maps con i dati e con l'utilizzo del programma Google Business Photos

Google sta per introdurre una nuova versione del pannello di controllo della scheda, molto intuitivo e facile da usare, ma anche più rapido nell’aggiornamento della scheda una volta effettuate le modifiche, si parla di un’attesa di circa 48 ore.

Questo conferma la reale volontà di rendere fruibili i contenuti della scheda di una qualsiasi attività commerciale su Google Maps a vantaggio di milioni di utenti, sempre in numero crescente, che utilizzano Internet per cercare prodotti, servizi e aziende.

Il secondo punto: “accorgimenti per l’ottimizzazione della scheda nelle ricerche” lo tratterò nel prossimo articolo, continua a seguirci. Ecco il link: “Suggerimenti per la scheda attività su Google Maps 2“.

Alcuni video sul tema che potrebbero interessare:

Grazie per la cortese attenzione e a presto. Inserisci il tuo commento.

Rinaldo Panucci
Fotografo Certificato Google a Cosenza

Perchè un hotel deve utilizzare Google Business Photos

In questo articolo voglio porre l’attenzione sul programma Google Business Photos e il suo utilizzo da parte degli hotel in Italia.

"GBP per Hotel in Italia"

L’aspetto fondamentale di cui deve tener conto un hotel, o qualsiasi struttura alberghiera, è rappresentato dal fatto che il programma Google Business Photos punta decisamente su GoogleMaps e ricerche locali per facilitare la promozione delle attività commerciali a favore degli utenti che utilizzano internet per informarsi.

Quindi orienta le loro scelte verso quelle aziende che sapranno cavalcare il cambiamento in atto verso una comunicazione globale, solo apparentemente dispersiva, in realtà una grande risorsa per chi vuole farsi trovare con facilità, perchè quando l’utente effettua una ricerca introduce una parola chiave, il termine (es: hotel a Roma) che lo conduce a un elenco di risultati riguardanti il servizio o il prodotto desiderato e allora:

  • esserci è importante;
  • ma offrire una visualizzazione degli ambienti in anteprima risulta decisivo.

La stretta relazione tra local search marketing e Mobile Marketing, quindi tutti i dispositivi mobili come Tablet, iPad, iPhone, Android e simili, conquistano ogni giorno fette di mercato e di traffico sempre più ampie, tanto che già nel 2013 si prevede il “sorpasso” nelle ricerche in internet rispetto al desktop (pc fissi).

Per un hotel migliorare la propria scheda su Google Maps è veramente importante, in quanto l’utente in quel preciso momento sta cercando un alloggio, altrimenti perchè sta su Maps?… Allora, offrire la possibilità della visita virtuale degli ambienti così come viene riprodotta con il “Guarda Dentro” di Google Business Photos, oltretutto su mobile ancora più rapido ed efficace nella navigazione, aumenta la percentuale di conversione visto che in quel momento:

  • sta cercando alloggio in una località da visitare;
  • deve decidere in quale hotel prenotare.

Si capisce che non è solo una questione legata al miglioramento visivo per rafforzare l’immagine del proprio brand, ma è una vera e propria scelta di marketing perchè si va ad incidere sul business dell’hotel utilizzando un canale diverso dal sito, totalmente gratuito che si ottiene semplicemente utilizzando  Google Business Photos per la scheda hotel su Google Maps. (Si paga solo il servizio fotografico realizzato da un Fotografo Certificato Google)

UN HOTEL NON PUO’ RINUNCIARE A QUESTA NUOVA OPPORTUNITA’!!!

Ecco il link alla scheda del T Hotel di Cagliari, servizio realizzato da Gianfranco Guccione, mentre, di seguito è visibile il “Guarda Dentro” o virtual tour:
(Per navigare tenere premuto il tasto sinistro del mouse e trascinare nella direzione voluta, cliccare sulle freccette bianche per spostarsi alla panoramica successiva)

Visualizzazione ingrandita della mappa

Per una informazione più completa allego due video tutorial per gli hotel:

Grazie per la cortese attenzione.

PS: Forse può interessare anche il seguente articolo: Fotografia e Marketing con Google Business Photos.

Fotografie Turismo Italia. Rinaldo Panucci – Fotografo Certificato Google.